news

Google compra Motorola Mobility

Google entra direttamente nel mercato della telefonia mobile, con l’acquisto di Motorola Mobility. Si tratta della maggiore acquisizione di sempre per il big Usa dei motori di ricerca. In base ai termini dell’accordo il colosso Usa metterà sul piatto 40 dollari per azione in contanti, per una cifra complessiva di 12,5 miliardi di dollari, ovvero un premio del 63% rispetto alla chiusura del titolo Motorola Mobility di venerdì 12 agosto. Il closing è atteso tra la fine del 2011 e ll’inizio del 2012, dopo avere ottenuto il via libera da parte delle autorità competenti, data la portata, non solo finanziaria, ma anche strategica dell’affare.

Grazie a questa operazione, che ha già ricevuto il nulla osta da parte di entrambi i consigli di amministrazione, il big guidato da Larry Page potrà così per la prima volta realizzare i propri cellulari. La sfida ad Apple è stata ufficialmente lanciata. Se fino a questo momento Google forniva solo il suo sistema operativo Android, adesso grazie a questa integrazione realizzerà anche i telefoni, come già fa il gruppo della Mela morsicata. Secondo Google, Motorola Mobility sarà gestita come un’azienda separata. L’amministratore delegato di Google, Larry Page, ha dichiarato che “l’impegno totale di Motorola Mobility per Android ha creato una combinazione naturale tra le nostre due compagnie”. “Questa transazione offre un significativo valore per gli azionisti di Motorola – ha invece sottolineato Sanjay Jha, ceo della società di telefonia mobile – e fornisce nuove opportunità per i dipendenti i clienti e i partners nel mondo”. Il colosso delle telecomunicazioni americano, Motorola, è stato diviso in due all’inizio dell’anno: da un parte Motorola Mobility, focalizzata sul mercato consumer, e in particolare sulla telefonia mobile; e dall’altra Motorola Solutions, dedicata al settore professionale. Da inizio gennaio le due realtà scambiano sul Nyse.

Google metterà anche le mani su un buon numero di brevetti sulla tecnologia cellulare di Motorola (le voci che circolano parlano di circa 17 mila brevetti). Solo qualche mese fa il re delle ricerche in Rete aveva perso l´opportunità di acquistare 6 mila licenze della società canadese Nortel Networks, finite invece nel sacco di un consorzio di cui facevano parte Apple e Microsoft. A fine luglio Google si era rifatta in qualche modo comprando da IBM licenze per la fabbricazione di microprocessori e per architetture di motori di ricerca on line.

Posted by admin in Google, Internet, Mobile, News

Adobe aggiunge il supporto di iOS a Flash Builder e Flex

Con un ottimo tempismo Adobe ha aggiornato i suoi strumenti di sviluppo Adobe Flash Builder 4.5 e Flex 4.5 in modo da supportare iPad e iPhone targati Apple e inoltre anche il BlackBerry PlayBook. Questi tool per lo sviluppo di Adobe consentono di sviluppare una sola applicazione ed distribuirla su diverse piattaforme. Gli sviluppatori possono aggiungere il supporto alle applicazioni con tab e landscape. Le app possono anche essere ottimizzate specificatamente per il display di anche uno solo dei device.

Questa è una conseguenza del cambio nei termini di utilizzo di App Store, lo scorso settembre, che ha aperto la strada agli sviluppatori nella creazione di applicazioni iOS utilizzando strumenti di terze parti come quelli di Adobe.

La possibilità di sviluppare applicazioni con un solo tool, rappresenta un enorme risparmio per le aziende che desiderano essere su tutti gli store di queste piattaforme. Restiamo in attesa di test riguardanti le performance sui dispositivi targati Apple.

Posted by admin in Apple, News

Pubblicato nuovo sito Sense

Plastic Tree ha pubblicato il nuovo sito http://www.sense-labs.com.
Sense è una start-up tutta friulana che si occupa della progettazione e della creazione di dispositivi elettronici. Oltre che ai circuiti Sense si avvale di designer e modellisti per creare dispositivi completi e col giusto design ed ergonomia.

Sviluppato in html/jquery il sito sense-labs.com è compatibile con tutti gli smartphone e i tablet, con o senza flash plugin.

Posted by admin in News